Indietro

Cos’è l’Avvento?

Cos’è l’Avvento?

L’Avvento è il periodo di quattro domeniche e settimane prima di Natale (o talvolta dal 1° dicembre alla vigilia di Natale!). Avvento significa “arrivo” in latino. Questa è la venuta di Gesù nel mondo. I cristiani utilizzano le quattro domeniche e settimane dell’Avvento per preparare e ricordare il vero significato del Natale.

Avvento
Avvento

Ci sono tre significati di ‘venuta’ che i cristiani descrivono nell’Avvento. Il primo, e il più pensato, accadde circa 2000 anni fa, quando Gesù venne al mondo da bambino per vivere come uomo e morire per noi. Il secondo può accadere adesso perché Gesù vuole entrare nella nostra vita adesso. E il terzo avverrà in futuro, quando Gesù tornerà nel mondo come Re e Giudice, non come un bambino.

La domenica di Avvento può andare dal 27 novembre – quando l’Avvento è il più lungo possibile (come nel 2016 e nel 2022) al 3 dicembre – quando l’Avvento è il più breve possibile (come nel 2017 e nel 2023). Quindi, a seconda di quando inizia, l’Avvento può durare dai 22 ai 28 giorni. L’Avvento inizia solo il 1° dicembre e dura 24 giorni, quando il giorno di Natale (giorno in cui ci scambiano abitualmente i regali fra cui i fiori di Natale)cade di mercoledì (cosa che è avvenuta nel 2019 e accadrà nel 2024).

Nessuno è veramente sicuro di quando sia stato celebrato per la prima volta l’Avvento, ma risale almeno al 567, quando ai monaci fu ordinato di digiunare nel mese di dicembre che precedeva il Natale. Alcune persone digiunano (non mangiano determinati cibi) durante l’Avvento per concentrarsi sulla preparazione alla celebrazione della venuta di Gesù.

In molte Chiese ortodosse e cattoliche orientali, l’Avvento dura 40 giorni ed è conosciuto come il digiuno della Natività e talvolta la Quaresima invernale. Per le chiese ortodosse, che celebrano il Natale il 25 dicembre, il digiuno inizia il 15 novembre. (L’Avvento inizia anche il 15 novembre nel cristianesimo celtico.)


La maggior parte delle Chiese ortodosse, che celebrano il Natale il 7 gennaio, iniziano il digiuno il 28 novembre. Il 24 e 25 novembre inizia il digiuno della Natività delle Chiese ortodosse etiope ed eritrea. Anche le Chiese copte che celebrano il Natale il 7 gennaio iniziano il digiuno dell’Avvento il 25 novembre. La Chiesa Apostolica Armena celebra il Natale il 6 gennaio; il loro digiuno dell’Avvento è noto come “Hisnag” ed è un digiuno di 50 giorni composto da tre periodi di digiuno. Inizia circa sette settimane prima di Natale.


Durante l’Avvento i cristiani ortodossi spesso non mangiano carne e latticini e, a seconda del giorno, anche olio d’oliva, vino e pesce. Puoi vedere cosa significano i giorni adesso mangiando quali cibi su questo calendario dell’arcidiocesi greco-ortodossa d’America (vai a un altro sito).

In epoca medievale e pre-medievale, in alcune parti dell’Inghilterra, esisteva una prima forma di presepe chiamata “immagini dell’avvento” o “coppa”. Si trattava di una scatola, spesso con un coperchio di vetro coperto da un tovagliolo bianco, che conteneva due bambole che rappresentavano Maria e Gesù bambino. La scatola era decorata con nastri e fiori (e talvolta mele). Venivano portati di porta in porta. Si pensava che portasse molto sfortuna non vedere una scatola prima della vigilia di Natale! La gente pagava mezzo penny ai trasportatori per vedere la scatola.


Ci sono alcuni canti di Natale che sono davvero canti dell’Avvento! Questi includono “La gente guarda a est”, “Vieni, aspettavi da tempo Gesù”, “Ecco!” Lui viene, con le nuvole che scendono’ e forse la canzone dell’Avvento più popolare ‘O Come, O Come Emmanuel!’.

Esistono diversi modi per contare l’Avvento, ma il più comune è tramite un calendario o una o più candele.

Calendari dell’Avvento

Esistono molti tipi di calendari utilizzati in diversi paesi. Quelli più comuni nel Regno Unito e negli Stati Uniti sono fatti di carta o cartoncino con 24 o 25 piccole finestre. Ogni giorno di dicembre viene aperta una finestra e sotto viene visualizzata un’immagine natalizia.

Calendario dell'Avvento
Calendario dell’Avvento

Nel 19° secolo, i cristiani protestanti tedeschi contavano alla rovescia fino al Natale segnando 24 linee di gesso su una porta e cancellandone una ogni giorno a dicembre.

I calendari di carta furono popolari per la prima volta in Germania all’inizio del 1900, anche se le persone ne crearono di propri a partire dal 1850. Si discute esattamente dove e quando fu stampato il primo calendario prodotto in serie, ma ciò avvenne nel primo decennio del 1900. Il più famoso e popolare produttore di calendari dell’Avvento stampati fu uno stampatore tedesco chiamato Gerhard Lang. I suoi primi calendari erano costituiti da due fogli, un pezzo di cartoncino “retro” con i numeri da 1 a 24 stampati sopra e un foglio separato di immagini che potevi ritagliare e incollare sui numeri ogni giorno. I primi calendari con “porte” furono realizzati in Germania negli anni ’20. Durante la seconda guerra mondiale la produzione dei calendari dell’Avvento si interruppe a causa della carenza di cartone.

Quando furono realizzati per la prima volta, furono utilizzate scene della Storia di Natale e altre immagini natalizie, come pupazzi di neve e pettirossi, ma ora molti calendari sono realizzati con temi di giocattoli, programmi televisivi e società sportive. La prima registrazione di un calendario dell’Avvento, nel Regno Unito, risale al 1956.


Il primo calendario con cioccolato fu realizzato nel 1958; e nel Regno Unito Cadbury’s realizzò il suo primo calendario al cioccolato nel 1971. Tuttavia, all’inizio non ne vendettero molti. I calendari al cioccolato sono diventati popolari solo negli anni ’80.

Calendario con cioccolatini
Calendario con cioccolatini

Un altro tipo di calendario è una decorazione composta da 24 scatole o sacchetti. Normalmente c’è un piccolo regalo (o un cioccolatino!) in ogni scatola o sacchetto. Queste decorazioni con sacchetti/scatole iniziarono in Germania con i sacchetti appesi ad una corona di abete. Ora puoi ottenerli di tutti i tipi di forme e dimensioni, comprese case, alberi di Natale e arazzi.

Ora esistono anche tutti i diversi tipi di calendari dell’Avvento utilizzati per vendere e promuovere diversi prodotti tra cui cioccolato, profumi, alcol e prodotti di bellezza. Puoi anche ottenere calendari dell’avvento per i tuoi animali domestici con dolcetti per cani o gatti! Il calendario dell’avvento più grande del mondo è stato realizzato nel 2007 presso la stazione ferroviaria di St Pancras a Londra, in Inghilterra. Era alto 71 metri e largo 23 e celebrava la ristrutturazione della stazione. Il calendario dell’avvento più costoso di sempre è stato realizzato nel 2010 da un gioielliere in Belgio. Era composto da 24 tubi di vetro contenenti ciascuno dei diamanti e dell’argento! Valeva circa 3,3 milioni di dollari (2,5 milioni di euro)

Ora puoi anche ottenere online i calendari dell’Avvento o del “Conto alla rovescia per Natale” e ce n’è uno su questo sito. Quindi, nel mese di dicembre, perché non visiti il ​​Calendario dell’Avvento online e scopri ogni giorno qualcosa di natalizio!

Candele dell’Avvento

Una corona dell’Avvento con ghirlanda

Ghirlanda Avvento
Ghirlanda Avvento

Esistono due tipi di candele che vengono utilizzate per il conto alla rovescia fino al giorno di Natale in Avvento. La prima sembra una candela normale, ma sulla candela sono segnati i giorni fino a Natale. Il primo dicembre la candela viene accesa e bruciata fino alla prima riga della candela. Lo stesso viene fatto ogni giorno e poi il resto della candela viene bruciato il giorno di Natale. Uso una di queste candele per il conto alla rovescia durante l’Avvento. E’ poi consuetudine da molto tempo scambiarsi regali il giorno di natale e adornare le case con fiori natalizi.

Le Chiese luterane in Scandinavia hanno utilizzato 24 piccole candele per il conto alla rovescia fino a dicembre a partire dal 1700.

Una corona dell’Avvento o ghirlanda dell’Avvento è un’altra forma di candele utilizzate per il conto alla rovescia dell’Avvento. Questi sono spesso usati nelle chiese piuttosto che nelle case delle persone. La corona è spesso costituita da una corona di verde e presenta quattro candele attorno all’esterno e una al centro o in un luogo separato. A volte viene utilizzato un candelabro più tradizionale per esporre le cinque candele. Una candela viene accesa la prima domenica di Avvento, due la seconda domenica e così via, e tutte e cinque saranno accese il giorno di Natale.


Le corone dell’Avvento o le corone dell’Avvento iniziarono come le conosciamo oggi nella Chiesa luterana negli anni ’40 dell’Ottocento, ma fu solo negli anni ’20 e ’30 che divennero famose in altre Chiese. La prima ghirlanda, realizzata nel 1839, era ricavata da una ruota di carro e conteneva 20 piccole candele rosse e 4 candele bianche più grandi. Le candele rosse venivano accese nei giorni feriali e il sabato, mentre le candele bianche venivano accese nelle quattro domeniche dell’Avvento. Questo disegno è stato semplificato per la Corona/Corone dell’Avvento che vengono utilizzate ora.


La forma circolare della corona/ghirlanda rappresenta l’amore duraturo di Dio e la vita eterna. Ogni candela ha un significato diverso nel cristianesimo. Chiese diverse hanno dato loro significati diversi, ma mi è stato insegnato quanto segue:

Il primo rappresenta Isaia e altri profeti della Bibbia che predissero la venuta di Gesù.

Il secondo rappresenta la Bibbia.

Il terzo rappresenta Maria, la madre di Gesù.

Il quarto rappresenta Giovanni Battista, cugino di Gesù, che disse al popolo d’Israele di prepararsi all’insegnamento di Gesù.


La candela centrale o separata viene accesa il giorno di Natale e rappresenta Gesù, la luce del mondo. In Germania questa quinta candela è conosciuta come “Heiligabend” e viene accesa la vigilia di Natale.

In molte chiese il colore viola viene utilizzato per indicare il periodo dell’Avvento. Nella terza domenica, che rappresenta Maria, il colore a volte cambia in rosa o rosa. Anche la quinta candela “natalizia” a volte è bianca.


Alcune Chiese ortodosse usano una corona dell’Avvento con sei candele, poiché il loro Avvento dura più a lungo! Le loro candele hanno questi colori e significati:

La prima candela è verde e rappresenta la fede.

La seconda candela è blu e rappresenta la speranza.

La terza candela è d’oro e rappresenta l’amore.

La quarta candela è bianca e rappresenta la pace.

La quinta candela è viola e rappresenta il pentimento.

La sesta candela è rossa e rappresenta la comunione.

logo efiori
Vendita e consegna fiori online