Indietro

FAQ GAROFANI: curiosità e consigli sui garofani?

Mazzo di Garofani Verdi

Il garofano ( Dianthus caryophyllus ) è un fiore noto per la sua bellezza, la sua varietà di colori vibranti e la sua fragranza distintiva. Ricevere un mazzo di garofani a casa rappresenta un gesto che porta con sé una serie di significati e sensazioni che rendono questa esperienza molto speciale. Non perdere le curiosità e i consigli degli esperti di efiori per rendere questo fiore ancora più magico.


Che significato ha il garofano?


I garofani significano amore e passione. Regalare un mazzo di questi fiori si trasforma così in un gesto romantico per esprimere affetto e desiderio. Ma non solo. Un mazzo di garofani rappresenta un modo speciale per dimostrare stima e gratitudine verso a una persona cara.
È un fiore versatile che può essere adattato per comunicare una varietà di emozioni e sentimenti, in numerose occasioni speciali. Tuttavia, è essenziale prestare particolare attenzione alle diverse tonalità e colori del garofano in quanto ciascuno di essi riveste un ruolo unico nel trasmettere significati distinti.


Cosa significa il garofano nel linguaggio dei fiori?


Nel complesso e affascinante linguaggio dei fiori, il garofano si distingue come un simbolo carico di significato. La sua presenza in un bouquet o come dono floreale comunica una gamma di emozioni profonde, tra cui ammirazione, amore e gratitudine.
Il garofano ha una storia radicata nel passato collegata alle Divinità.

Gli antichi greci lo consideravano sacro a Zeus, i Romani lo associavano a Giove, mentre nel Medioevo in Europa fu chiamato il “fiore di Dio”.
Secondo una leggenda cristiana, il garofano apparve sulla Terra quando la Vergine Maria versò lacrime durante la crocifissione di Cristo, aggiungendo ulteriori significati simbolici a questo straordinario fiore.


Cosa simboleggia il garofano rosso?


Il garofano rosso è intrinsecamente legato all’amore e alla passione. Rappresenta un amore profondo e un desiderio ardente. Offrire un garofano rosso è una dichiarazione di amore appassionato e un legame emotivo intenso con il destinatario.
Questo fiore è spesso scelto come gesto romantico in occasioni speciali come San Valentino o anniversari, ma il suo significato trascende il calendario, poiché può essere donato in qualsiasi momento per esprimere grande amore e affetto sincero. Il garofano rosso è un simbolo intramontabile dell’amore romantico e della passione.


In che periodo fioriscono i garofani?


I garofani fioriscono in diversi periodi dell’anno a seconda della specie e delle condizioni climatiche. In generale, il periodo di fioritura principale per i garofani è primavera ed estate.
Tuttavia, esistono alcune specie di garofani, come il garofano d’India, che fioriscono principalmente in autunno a partire da ottobre


Quali varietà di garofano esistono?

I garofani, appartenenti al genere Dianthus della famiglia delle Caryophyllacee, rappresentano una vasta diversità botanica. La natura ci offre una gamma eccezionale di oltre 600 specie di garofani, che possono variare notevolmente nelle loro caratteristiche. Queste piante possono essere erbacee o semi legnose, con alcune specie perenni che continuano a fiorire anno dopo anno, mentre altre sono annuali.
Oltre al garofano comune, che rappresenta il garofano tradizionale dal profumo delicato e con la classica forma di rosa, ci sono numerosi varietà di garofani.

Scopriamo quali sono le varietà più apprezzate:
 Garofano a mazzo: presenta fiori più piccoli e cresce in densi grappoli. Spesso viene coltivata come
pianta annuale;
 Garofano nano: ha fiori più piccoli rispetto al garofano comune ed è spesso utilizzata come pianta
annuale o per bordure e aiuole;
 Garofano da giardino: produce fiori profumati con petali dentellati in differenti colori ed è una
pianta perenne ampiamente coltivata nei giardini;
 Garofano selvatico: è robusto e resistente, con fiori piccoli e petali dentellati. Si sviluppa bene in
giardini rocciosi e terreni secchi;
 Garofano cinese: conta su una fioritura vivace ed è spesso coltivato come pianta annuale in giardini
e vasi;
 Garofano turco: presenta fiori di colore rosso-porpora ed è apprezzata per il suo aspetto
decorativo nei giardini e nei bouquet;
 Garofano di carta crespa: ha fiori con petali frastagliati ed è spesso coltivata per scopi ornamentali.
La diversità delle varietà di garofani offre un ampio spettro di scelte, ognuna con le proprie caratteristiche uniche e bellezze.


Che fiori abbinare con i garofani?

Gli abbinamenti floreali con i garofani offrono l’opportunità di creare composizioni affascinanti e
armoniose, sia nei bouquet che nei giardini. Ad esempio, le rose si integrano splendidamente con i
garofani, soprattutto in bouquet di ispirazione romantica, grazie ai loro colori che si intonano con quelli dei garofani come il rosso, il rosa e il bianco. Allo stesso modo, i tulipani, con la loro varietà cromatica, costituiscono una sorprendente combinazione per i garofani, risultando ideali in primavera.
Ma le possibili combinazioni continuano. Le gerbere, grazie ai loro colori vibranti e alle forme piatte, possono creare un affascinante contrasto con i garofani, perfetto per mazzi allegri ed energici. Se si ricerca un bouquet elegante e romantico, i lisianthus, con i petali a forma di rosa, si sposano splendidamente con i garofani e offrono una vasta gamma di colori tra cui scegliere.
Il tocco dei i fiori di campo, come margherite, camomille e campanelle, contribuisce a conferire un tocco rustico e naturale, ideale per composizioni floreali fresche e informali. Anche l’aroma profumato della lavanda si amalgama armoniosamente con il delicato profumo dei garofani, rendendo questa combinazione perfetta per un mazzo di stile provenzale o rustico.
Anche la gipsofila, con i suoi piccoli fiori bianchi o rosa, offre un contrasto delicato ai garofani ed aggiunge una sensazione di leggerezza al mazzo. Se si cerca una combinazione più formale, i gigli sono la soluzione perfetta grazie ai lori fiori eleganti e vistosi.
La scelta dei fiori da abbinare ai garofani dipende dall’estetica desiderata e dal messaggio che si intende comunicare attraverso la composizione floreale. Sperimentare con diverse combinazioni può portare a risultati sorprendenti e personalizzati, adattandosi alle occasioni e ai gusti individuali.


Quando si regalano i garofani?

I garofani si prestano a essere regalati in una vasta gamma di situazioni grazie alla loro flessibilità e alla molteplicità di significati legati ai diversi colori. Ecco alcune delle circostanze più comuni in cui si scelgono i garofani come dono:
 Amore e romanticismo: i garofani rossi sono associati all’amore e alla passione e sono un regalo
perfetto per San Valentino, anniversari o semplicemente per esprimere amore e affetto tra
innamorati;
 Amicizia e apprezzamento: i garofani rosa sono ideali per esprimere amicizia, gratitudine e
apprezzamento verso un amico o una persona cara. Rappresentano un gesto dolce e affettuoso;
 Rispetto e ammirazione: il garofano bianco è spesso associato al rispetto, all’ammirazione e
all’onore. Può essere regalato in occasioni formali o per mostrare stima verso qualcuno. Anche se il garofano è spesso associato a sentimenti positivi, il garofano bianco può essere usato per
esprimere condoglianze e rispetto in momenti di lutto.
I significati legati ai garofani sono molto ampi. È comune regalare un mazzo di garofani per congratularsi con i nuovi genitori in occasione della nascita di un bambino, specialmente se il colore scelto è il rosa o il blu a seconda del sesso del neonato. Sono anche molto utilizzati per la Festa della Mamma per esprimere amore e affetto materno. E se non si vuole sbagliare, un mazzo di garofani è dono perfetto per compleanni e altre occasioni festose per celebrare le persone care.


Quanto dura un fiore di garofano?


Un fiore di garofano reciso mantiene la propria freschezza per un periodo da 5 a 12 giorni o anche più, a seconda delle condizioni specifiche. È importante conservare il mazzo di garofani a una temperatura ideale compresa tra i 4 e gli 8 gradi per massimizzare la loro durata.


Quanta acqua per il garofano reciso?

Mazzo di garofani verdi
Mazzo di garofani verdi


Per prendersi cura dei garofani recisi in modo da mantenerli freschi e idratati, è consigliabile cambiare regolarmente l’acqua ogni due giorni o non appena l’acqua appare torbida o sporca, allo scopo di mantenere l’ambiente pulito e prevenire la crescita di batteri. Inoltre, ogni volta che si cambia l’acqua, è consigliabile tagliare leggermente gli steli per migliorare l’assorbimento.
La chiave per una corretta cura dei garofani recisi è l’uso di acqua pulita a temperatura ambiente. È consigliabile evitare l’impiego di acqua troppo fredda o troppo calda, poiché temperature estreme possono recare danni ai fiori.


Come conservare un mazzo di garofani?


Per conservare al meglio un mazzo di garofani, in modo da mantenerli freschi il più a lungo possibile, ci sono alcuni passaggi importanti da seguire. In prima battuta, è necessario utilizzare un contenitore pulito, come un vaso, e riempirlo con acqua fresca a temperatura ambiente. Il contenitore deve essere sufficientemente grande per ospitare tutti i fiori.
Successivamente, gli steli dei garofani devono essere tagliati in diagonale mediante un coltello affilato allo scopo di favorire un migliore assorbimento dell’acqua. Infine, non dimenticarsi mai di rimuovere attentamente tutte le foglie che si troveranno sommerse nell’acqua. Le foglie in decomposizione possono, infatti, incentivare la crescita di batteri e compromettere la freschezza dei fiori.


Come ravvivare i garofani?

Se il mazzo di garofani sta perdendo un po’ di freschezza, è possibile ravvivarlo seguendo semplici regole:
 Cambiare l’acqua e pulire bene il contenitore per evitare la formazione di batteri;
 Aggiungere conservante per fiori;
 Rimuovere le foglie appassite;
 Spruzzare l’acqua su steli e petali con acqua fresca per aumentare l’umidità intorno ai fiori;
 Taglia gli steli per accertarti che i garofani ricevano acqua fresca adeguatamente.

Dove posizionare i garofani?


Per mantenere i garofani freschi più a lungo, ti consigliamo di posizionarli in un ambiente fresco con una temperatura intorno ai 18-22°C , lontano dalle correnti d’aria e dalla luce solare diretta.
È importante non mettere i garofani vicino a fonti dirette di calore, come radiatori o apparecchi di
riscaldamento. Evita, infine, di posizionare i garofani vicino a frutta matura, poiché le emissioni di etilene prodotte dalla frutta possono accelerare il processo di appassimento dei fiori.


Come si fa a seccare i garofani?


È possibile fare seccare i garofani all’aria. Per prima cosa è necessario scegliere i fiori più belli, creare dei piccoli mazzetti e appenderli a testa in giù. È meglio che la procedura venga fatta in un luogo buio e caldo in moda da evitare la formazione della muffa. L’ideale potrebbe essere una stanza riscaldata, una soffitta o un locale caldaia.
I garofani si saranno asciugati dopo un paio di giorni. Per essere certi che i mazzetti siano effettivamente secchi, ti sveliamo un trucchetto: se schiacciando il gambo, questo risulta non più flessibile, il mazzo di garofani secchi è pronto.


Quanto costa un mazzo di garofani?


Il prezzo di un mazzo di garofani è influenzato dalla loro disponibilità stagionale, dalla qualità e quantità di garofani inclusi nel mazzo e il servizio di consegna.
Se desideri garofani più esclusivi o personalizzati, come mazzi di garofani rossi per San Valentino o composizioni floreali speciali, il costo può variare. Per scoprire la vasta gamma di opzioni disponibili, ti invitiamo a visitare efiori.com.