Indietro

Festa della Mamma – Storia e Tradizioni nel mondo

Festa della Mamma – Storia e Tradizione

La festa della mamma è una celebrazione che onora la madre della famiglia o dell’individuo, nonché la maternità, i legami materni e l’influenza delle madri nella società. Si celebra in giorni diversi in molte parti del mondo, più comunemente nei mesi di marzo o maggio. Completa celebrazioni simili, onorando i membri della famiglia, come la festa del papà e la festa dei nonni.


Quando è iniziata la celebrazione della festa della mamma?

Mentre alcuni paesi hanno una storia plurisecolare di giornata per celebrare le madri, la versione moderna della festa è iniziata negli Stati Uniti all’inizio del XX secolo su iniziativa di Anna Jarvis, che ha organizzato il primo servizio di culto per la Festa della Mamma, la celebrazione presso la chiesa episcopale metodista di Andrews a Grafton, West Virginia, che oggi funge da Santuario della Giornata internazionale della mamma.

Anna Jarvis - festa della mamma
Anna Jarvis

Non è direttamente correlato alle numerose celebrazioni tradizionali della madre e della maternità che sono esistite in tutto il mondo nel corso di migliaia di anni, come il culto greco di Cibele, la divinità madre Rea, la festa romana di Hilaria o le altre feste ecclesiastiche cristiane. Tuttavia, in alcuni paesi, la festa della mamma è ancora sinonimo di queste antiche tradizioni

La versione americana della festa della mamma è stata criticata per essere diventata troppo commercializzata. La stessa Jarvis, che ha iniziato la celebrazione come osservanza liturgica, si è rammaricata di questo consumismo e ha espresso che questa non era mai stata la sua intenzione.


Festa della mamma (Stati Uniti) Storia

La festa moderna fu celebrata per la prima volta nel 1907, quando Anna Jarvis tenne il primo servizio di culto per la festa della mamma presso la chiesa episcopale metodista di Andrews a Grafton, West Virginia. La chiesa metodista di Andrew ora ospita il Santuario della Giornata internazionale della mamma. La sua campagna per rendere la festa della mamma una festa riconosciuta negli Stati Uniti iniziò nel 1905, l’anno in cui morì sua madre, Ann Reeves Jarvis. Ann Jarvis era stata un’attivista per la pace che si prendeva cura dei soldati feriti su entrambi i lati della guerra civile americana e creava club di lavoro per la festa della mamma per affrontare problemi di salute pubblica.

Lei e un’altra attivista per la pace e suffragista Julia Ward Howe avevano sollecitato la creazione di una “Giornata della mamma per la pace in cui le madri chiedessero che i loro mariti e figli non venissero più uccisi nelle guerre. Tutto ciò già 40 anni prima che diventasse una festa ufficiale, Ward Howe aveva emanato la proclamazione della Festa della Mamma nel 1870, che invitava le madri di tutte le nazionalità a unirsi per promuovere “la soluzione amichevole delle questioni internazionali, i grandi e generali interessi della pace”. Anna Jarvis ha voluto onorare questo e dedicare una giornata per onorare tutte le madri perché credeva che una madre è “la persona che ha fatto per te più di chiunque altro al mondo


Nel 1908, il Congresso degli Stati Uniti respinse la proposta di rendere ufficiale la festa della mamma, scherzando sul fatto che si sarebbe dovuto proclamare anche la “festa della suocera”. Tuttavia, grazie agli sforzi di Anna Jarvis, nel 1911 tutti gli stati degli Stati Uniti osservarono la festa, con alcuni di loro che riconobbero ufficialmente la festa della mamma come festa locale. (il primo fu il West Virginia, lo stato natale di Jarvis, in 1910). Nel 1914, Woodrow Wilson firmò un proclama che designava la Festa della Mamma, che si teneva la seconda domenica di maggio, come giornata in onore delle madri.


Sebbene Jarvis, che ha iniziato la festa della mamma come servizio liturgico, sia riuscita a fondare la celebrazione, si è risentita per la commercializzazione della festa, che è stata associata alla frase “festa caratteristica”. All’inizio degli anni ’20, Hallmark Cards e altre società iniziarono a vendere i biglietti per la festa della mamma. Jarvis credeva che le aziende avessero interpretato male e sfruttato l’idea della festa della mamma e che l’enfasi della festività fosse sul sentimento, non sul profitto. Di conseguenza, ha organizzato il boicottaggio della Festa della Mamma e ha minacciato di avviare azioni legali contro le aziende coinvolte. Jarvis sosteneva che le persone dovrebbero apprezzare e onorare le proprie madri attraverso lettere scritte a mano che esprimono il loro amore e gratitudine, invece di acquistare regali e cartoline già pronte.

Antica lettera alla mamma scritta a mano
Antica lettera alla mamma scritta a mano

Jarvis protestò a un convegno di produttori di caramelle a Filadelfia nel 1923 e a un incontro delle American War Mothers nel 1925. A questo punto, i garofani erano ormai associati alla festa della mamma e la vendita di garofani da parte delle American War Mothers per raccogliere fondi fece arrabbiare Jarvis, arrestato per disturbo della quiete pubblica.

Dettaglio mazzo di garofani
Dettaglio mazzo di garofani verdi

Gran Bretagna

In Gran Bretagna, Constance Adelaide Smith è stata ispirata a sostenere la Mothering Sunday, una celebrazione ecclesiastica cristiana già esistente in cui i fedeli visitano la chiesa in cui hanno ricevuto il sacramento del battesimo, come celebrazione equivalente. Ha fatto riferimento alle tradizioni medievali di celebrare Madre Chiesa, le “madri delle case terrene”, Maria, madre di Gesù e Madre Natura. I suoi sforzi hanno avuto successo nelle isole britanniche e in altre parti del mondo anglofono


Ortografia della festa della mamma.

Nel 1912, Anna Jarvis registrò la frase “La seconda domenica di maggio, festa della mamma, Anna Jarvis, fondatrice” e creò l’Associazione internazionale per lo scopo. Ha notato specificamente che “Mother’s” dovrebbe “essere un possessivo singolare, affinché ogni famiglia onori la propria madre, non un possessivo plurale che commemora tutte le madri nel mondo”. la sua proclamazione presidenziale del 1914, da parte del Congresso degli Stati Uniti in progetti di legge pertinenti, e da vari presidenti degli Stati Uniti nei loro proclami riguardanti la festa della mamma.

Amore per la Mamma
Amore per la Mamma

Festa della mamma le date in tutto il mondo

Sebbene dagli Stati Uniti sia stata adottata da alcuni altri paesi, le celebrazioni esistenti, tenute in date diverse, in onore della maternità sono state descritte come “festa della mamma”, come la domenica della mamma nel Regno Unito o, in Grecia, la festività ortodossa orientale. Celebrazione della presentazione di Gesù Cristo al tempio (2 febbraio del calendario giuliano). In Grecia sono presenti sia la festa laica che quella religiosa. La domenica della madre viene spesso definita “festa della mamma” anche se si tratta di una celebrazione non correlata.

In alcuni paesi, la data adottata è significativa per la religione maggioritaria, come il Giorno della Vergine Maria nei paesi cattolici. Altri paesi hanno scelto una data con significato storico. Ad esempio, in Bolivia la Festa della Mamma è una data fissa, che commemora una battaglia alla quale le donne hanno partecipato per difendere i propri figli.

Alcuni paesi, come la Russia, celebrano la Giornata internazionale della donna o semplicemente celebrano entrambe le festività, come è consuetudine in Ucraina. Il Kirghizistan ha recentemente introdotto la Festa della mamma, ma “di anno in anno la Giornata internazionale della donna sta certamente diventando sempre più importante”.

Festa della mamma nel mondo
Festa della mamma nel mondo

Festa della mamma in Italia

In Italia venne celebrata per la prima volta il 24 dicembre 1933 come la “Giornata della madre e del fanciullo”. È stato istituito dall’Opera nazionale maternità e infanzia per premiare pubblicamente ogni anno le donne italiane più prolifiche.

Giornata della madre e del fanciullo
Giornata della madre e del fanciullo

Storia e tradizione internazionale

Nella maggior parte dei paesi, è un’osservanza derivata dalla festività così come si è evoluta negli Stati Uniti, promossa da aziende che hanno visto beneficio nel renderla popolare.

Come adottata da altri paesi e culture, la festa ha significati diversi, è associata a eventi diversi (religiosi, storici o leggendari) e viene celebrata in date diverse.

In alcuni casi, i paesi avevano già celebrazioni esistenti in onore della maternità, e le loro celebrazioni hanno poi adottato diverse caratteristiche esterne delle festività statunitensi, come regalare garofani e altri regali alla propria madre.


La portata delle celebrazioni varia notevolmente. In alcuni paesi, è potenzialmente offensivo nei confronti della propria madre non celebrare la festa della mamma. In altri, è una festa poco conosciuta, celebrata principalmente dagli immigrati, o trattata dai media come un assaggio di cultura straniera.

Nel secondo dopoguerra, la festa della mamma si celebra per la prima volta il 12 maggio 1957; ad Assisi, per iniziativa del reverendo Otello Migliosi, parroco della chiesa di Tordibetto. Questa celebrazione fu così popolare che l’anno successivo la festa della mamma viene adottata in tutta Italia. Il 18 dicembre 1958 fu presentata al Senato italiano una proposta per ufficializzare la festività.