Indietro

11 motivi per cui abbiamo bisogno della Giornata internazionale della donna.

L’8 marzo di ogni anno si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale della donna. (qui trovi 8 idee simpatiche per rendere questo giorno meraviglioso)

Giornata internazionale della donna: da tempo è usanza mandare dei fiori (in particolare la mimosa) alle donne della propria vita, è questa è sicuramente una bella cosa, ma dobbiamo mantenere alta l’attenzione sulla realtà delle cose che accadono nel mondo, nel nostro mondo.

La giornata fu celebrata per la prima volta il 28 febbraio 1909, quando il Partito Socialista d’America la coniò “Giornata nazionale della donna” a sostegno degli operai tessili in sciopero. Dall’inizio del 1900 in poi passò all’8 marzo e divenne una giornata utilizzata per evidenziare il suffragio femminile tra le altre cause.


Nel 1975 l’ONU l’ha resa ufficiale e così abbiamo avuto la moderna Giornata Internazionale della Donna come la conosciamo adesso. Dopo oltre 100 anni dall’origine della Festa della Donna, c’è ancora così tanto da cambiare e questi sono cambiamenti di cui abbiamo bisogno ora più che mai:

N.B. il prezzo della mimosa ha subito incrementi vertiginosi, anche dovuti al cambiamento climatico e alla speculazione legata alla ricorrenza.
Noi di eFiori, abbiamo deciso di rendere possibile l’ acquisto anche di pochi grammi, in modo che tu possa regalare nella giornata internazionale della donna anche un “semplice pensiero” (da 14,90 eur consegna COMPRESA in tuta Italia).

giornata internazionale della donna
  • 28 ragazze al minuto sono costrette a sposarsi contro la loro volontà.
  • 1 donna su 3 subirà violenza.
  • Ci vorranno quasi 140 anni per colmare il divario di genere.
  • Negli Stati Uniti, ci sono meno donne in posizioni di leadership rispetto agli uomini di nomeJohn.
  • Il personaggio del Joker ha vinto lo stesso numero di Oscar che l’intero genere femminile ha mai vinto come regista.
  • 181 milioni di ragazze e giovani donne non hanno accesso a istruzione, lavoro o formazione
  • 72 paesi non consentono alle donne di aprire un conto bancario
  • 1 donna su 10 si è autolesionistica a causa della propria immagine corporea.
  • Le donne costituiscono il 70% del personale sanitario, ma ricoprono meno posizioni di leadership rispetto agli uomini nel settore.
  • Le donne svolgono tre volte più lavoro domestico rispetto agli uomini.
  • Le donne si trovano ad affrontare tassi di povertà più elevati rispetto agli uomini, in particolare se provengono da un contesto non bianco

Ecco 11 motivi per cui abbiamo bisogno della Giornata internazionale della donna…

Giornata internazionale della donna: ragazze al minuto sono costrette a sposarsi contro la loro volontà

Oggi sono più di 250 milioni le donne che si sono sposate prima del loro quindicesimo compleanno, molte contro la loro volontà. Questo è un problema mondiale guidato da convinzioni patriarcali profondamente radicate secondo cui le ragazze hanno valore solo nei ruoli di casalinghe e casalinghe tradizionali, quindi non vale la pena investire tempo e denaro nell’istruzione o in una vita oltre il matrimonio. La pandemia ha esacerbato il problema: secondo UN Women, altri 10 milioni di ragazze rischiano di diventare spose bambine entro il 2030.

STOP! Alle spose bambine

Giornata internazionale della donna: donna su 3 subirà violenza

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, si stima che una donna su tre subisca qualche tipo di abuso fisico o sessuale nel corso della sua vita. A seguito dei lockdown nazionali, i casi di abusi domestici sono saliti alle stelle in quella che le Nazioni Unite hanno definito la “pandemia ombra”. Le chiamate ai numeri di emergenza per la violenza domestica sono aumentate durante la pandemia del 40% in Malesia, del 50% in Cina e Somalia e di un enorme 79% in Colombia. Anche se i loro “pseudo-uomini” non lo faranno mai dovrebbero invece in inviare fiori per la desta della donna.

Stop alla violenza sulle donne

Giornata internazionale della donna: vorranno quasi 140 anni per colmare il divario di genere

Il Global Gender Gap Report 2021 ha rilevato che, al ritmo attuale, ci vorranno altri 135,6 anni per raggiungere l’uguaglianza tra uomini e donne a livello globale. Come molti punti di questo elenco, il divario di genere è stato solo aggravato dalla pandemia, con le donne che si trovano ad affrontare tassi di licenziamento più elevati e una maggiore instabilità lavorativa a causa dello shock economico; i rapporti suggeriscono che il 5% di tutte le donne occupate ha perso il lavoro, rispetto a 3,9% degli uomini occupati. I dati di LinkedIn hanno anche mostrato un calo delle assunzioni di donne in ruoli di leadership, creando un’inversione di 1 o 2 anni di progressi in più settori.

Donna in carriera

Giornata internazionale della donna: Stati Uniti, ci sono meno donne in posizioni di leadership rispetto agli uomini di nome John

Sì, hai letto bene: sono più gli uomini chiamati John che le donne che ricoprono ruoli di leadership. Secondo il rapporto Women in the Workplace 2018, solo il 38% delle posizioni dirigenziali sono ricoperte da donne. E coloro che riescono a rompere il soffitto di vetro hanno il doppio delle probabilità rispetto agli uomini di essere scambiati per dipendenti junior. Nonostante tutto quello che è successo nel 2020, una buona notizia è che circa l’8% delle aziende Fortune 500 ha amministratori delegati donne: un massimo storico, ma ancora lontano dal 50% che vogliamo vedere.

Giornata internazionale della donna: personaggio del Joker ha vinto lo stesso numero di Oscar che l’intero genere femminile ha mai vinto come regista

Nei 93 anni di storia degli Academy Awards, solo otto donne sono state nominate nella categoria Miglior Regista. Mai. Fino alla vittoria di Chloé Zhao nel 2021 per Nomadland, l’unica vincitrice era Kathryn Bigelow nel 2010 per il film The Hurt Locker. Il personaggio di The Joker, invece, ha guadagnato un Oscar sia per Heath Ledger (miglior attore non protagonista, 2009) che per Joaquin Phoenix (miglior attore, 2020).

Giornata internazionale della donna:
Vittorie agli Oscar-Una prerogativa quasi esclusivamente Maschile

Giornata internazionale della donna: milioni di ragazze e giovani donne non hanno accesso a istruzione, lavoro o formazione

Sappiamo tutti che quando educhiamo le ragazze arricchiamo sia gli individui che le comunità – in ogni senso della parola, da migliori prospettive occupazionali a una migliore assistenza sanitaria, l’istruzione delle ragazze è essenziale. Quando le ragazze perdono l’istruzione, aumenta il rischio di matrimoni forzati, tratta e povertà. Secondo UN Women, la metà di tutte le ragazze rifugiate iscritte alla scuola secondaria prima della pandemia non torneranno a scuola, e nell’Africa sub-sahariana, fino a 1 milione di ragazze potrebbero abbandonare la scuola a causa della gravidanza durante la crisi del COVID-19. C’è ancora molta strada da fare, ma possiamo festeggiare il fatto che due terzi dei paesi in via di sviluppo hanno ormai raggiunto la parità di genere nell’istruzione primaria.

Bambine Lavoratrici

72 paesi non consentono alle donne di aprire un conto bancario

L’Arabia Saudita è tra i paesi che vietano alle donne di aprire un conto bancario o ottenere credito senza il permesso di un tutore, mentre altri richiedono che una donna sia sposata prima di poter accedere ai servizi finanziari. Ulteriori ricerche della Banca Mondiale mostrano che anche nelle aree in cui le donne non hanno queste restrizioni, solo il 65% delle donne ha un conto bancario rispetto al 72% degli uomini. Alcuni paesi si stanno adoperando seriamente per cercare di colmare questo divario di genere, come l’India, dove le statistiche attuali mostrano che l’83% degli uomini ha un conto bancario rispetto al 77% delle donne – un divario che si è ridotto al 6% dal 20% del 2019. 2014.

Giornata internazionale della donna:

Giornata internazionale della donna: 1 donna su 10 si è autolesionistica a causa della propria immagine corporea

Secondo uno studio del 2019 della Mental Health Foundation, il 10% delle donne si è sentito così male per il proprio aspetto da essersi autolesionista. In un sondaggio simile, la King’s University ha scoperto che l’87% delle donne paragona il proprio corpo alle immagini che consuma sui social e sui media tradizionali, e il 50% di queste lo paragona in modo sfavorevole. Campagne come “Be Real” stanno lavorando per combattere i problemi relativi all’immagine corporea incoraggiando le persone a impegnarsi a sostenere la positività corporea.

Le donne costituiscono il 70% del personale sanitario, ma ricoprono meno posizioni di leadership rispetto agli uomini nel settore

La pandemia di coronavirus ha davvero mostrato a tutti noi quanto dipendiamo dai lavoratori essenziali che gestiscono i nostri servizi sanitari. A livello globale le donne costituiscono la maggioranza della forza lavoro in questo settore, ma sono sottorappresentate nella leadership e sono anche pagate meno dei loro colleghi maschi. Quel che è peggio è che gran parte dei primi DPI erano dimensionati per adattarsi agli uomini, lasciando le donne in prima linea inutilmente esposte al virus.

Infermiera – durante il Covid

Le donne svolgono tre volte più lavoro domestico rispetto agli uomini

Con l’aumento dell’istruzione domiciliare a seguito dei lockdown, le donne hanno finito per sostenere il peso dell’aumento del carico di lavoro domestico. Che ciò significhi insegnare ai bambini, gestire la casa, cucinare o pulire, le donne si assumevano tre volte più lavoro domestico e assistenza non retribuita rispetto agli uomini anche prima della pandemia. Da allora, i dati del 16

paesi hanno dimostrato che le donne con bambini a casa hanno dedicato 31 ore settimanali alla cura dei bambini durante il COVID-19, rispetto alle 26 ore precedenti.

Giornata internazionale della donna:
Le donne svolgono tre volte più lavoro domestico rispetto agli uomini

Le donne si trovano ad affrontare tassi di povertà più elevati rispetto agli uomini, in particolare se provengono da un contesto non bianco

Considerati i tanti fattori già presenti in questa lista, non sorprende che le donne si trovino ad affrontare tassi di povertà più elevati rispetto agli uomini: disuguaglianza salariale, lavoro non retribuito, disoccupazione, divario educativo di genere. Secondo un rapporto American Progress, nel 2018 il 12,9% delle donne negli Stati Uniti viveva in povertà, con i tassi più alti riscontrati tra i nativi americani, i nativi dell’Alaska, le donne nere e quelle di origine ispanica.

le donne si trovino ad affrontare tassi di povertà più elevati
logo efiori
Vendita e consegna fiori online